Cosa fare a Carmignano in un weekend

Cosa fare a Carmignano in un weekend

Il borgo e la campagna di Carmignano, tra Firenze e Prato, sono dei luoghi semplicemente meravigliosi. Un territorio che ti lascerà senza parole grazie ai suoi paesaggi, le sue ricchezze storiche e i deliziosi prodotti tipici. Se stai cercando un zona in Toscana in grado di donarti un’esperienza indimenticabile, questo è il posto giusto. Cosa vedere? Abbiamo preparato per voi un itinerario per un weekend a Carmignano!

Chiesa di San Michele a Carmignano

Che noi conosciamo molto bene! Fondata da San Francesco nel 1211 e costruita da un suo fedele (potete leggere qui la storia di questa chiesa), è conosciuta per essere la sede storica della Visitazione del Pontormo, che arricchisce la cappella con la sua sontuosa bellezza. Un capolavoro del manierismo, che è recentemente partito alla volta degli Stati Uniti alla ricerca di fondi per il restauro dell’intero complesso (clicca qui per saperne di più). Risalente al 1528-1530, è un olio su tela raffigurante l’incontro tra la Vergine Maria e sant’Elisabetta. Il Pontormo utilizza colori cangianti nella realizzazione delle vesti delle due donne, in questo modo è in grado di attirare l’attenzione dello spettatore (e, proprio per questo, alcuni dei premi del nostro crowdfunding sono ispirati da questi particolari colori: le sciarpe di Lanificio Bisentino e il dipinto dell’artista Valentino Grassi).

Rocca di Carmignano

La Rocca di Carmignano è situata nella parte alta del paese (si vede benissimo anche dal nostro chiostro); è costituita dai resti delle cinte murarie e da una torre campanaria conosciuta come Campano. In passato è stata oggetto di vari scontri tra i comuni di Prato, Pistoia e Firenze fino a quando, nel 1343, passò sotto il dominio della Repubblica di Firenze riportando la stabilità. Infine, nel 1990, la Rocca venne acquistata dal Comune di Carmignano ed oggi è uno spazio dedicato soprattutto alle manifestazioni culturali. La Rocca è facilmente raggiungibile in auto, anche se è consigliabile raggiungerla a piedi per poter godere a pieno la bellezza del paesaggio. Una volta arrivati in cima alla Rocca è possibile avere una vista a 360 gradi dei comuni di Prato, Firenze e Pistoia. È sempre aperta nei pomeriggi festivi e più spesso d’estate.

Museo della Vite e del Vino

Museo della Vite e del Vino di Carmignano | foto di Pro Loco Carmignano

Al piccolo museo della Vite e del Vino si racconta e promuove la qualità del vino di Carmignano. Il museo è suddiviso in cinque sale, le quali offrono un tuffo nel passato raccontando la civiltà contadina e ripercorrono le tecniche di produzione utilizzate dall’epoca della mezzadria fino ai giorni odierni. Il museo si trova nella piazza centrale Vittorio Emanuele II, si accede al museo dall’ufficio di informazioni turistiche della Pro Loco. Il museo è aperto tutto l’anno dal martedì al venerdì e ogni prima domenica del mese (escluso agosto) dalle 9.30 a 12.30 e dalle 15 alle 18; il sabato è aperto dalle 9.30 alle 12.30.

Ceramiche di Bacchereto e Museo delle Ceramiche

Bacchereto, una piccola frazione di Carmignano, dal Trecento fino a tutto il Quattrocento era famosa per la produzione di maioliche e ceramiche. Le sei fornaci in attività producevano splendidi manufatti, sia per l’uso quotidiano che per scopi decorativi. Sotto la Pieve di S.M. Assunta sono stati ritrovati numerosi esemplari che possono essere ammirati tutti i fine settimana (solo il pomeriggio).

Cosa fare a Carmignano: le Ville Medicee

Nei dintorni di Carmignano si trovano due importati Ville Medicee, entrambi patrimonio culturale UNESCO: la Villa Medicea di Artimino fu edificata per volere di Ferdinano I de’ Medici che, affascinato dalla bellezza del territorio, espresse il desiderio di costruire una dimora estiva per sé e la sua corte. È curiosamente conosciuta come la “Villa dei Cento Camini” altri invece la chiamano “La Ferdinanda” poiché con il tempo divenne la dimora preferita di Ferdinando per l’estate. Oggi è sede di congressi, ricorrenze ed eventi speciali. La struttura è privata ma periodicamente vengono organizzati open day con visite guidate alla villa e al suo giardino.

Sulla collina di fronte ad Artimino, la Quattrocentesca Villa Medicea di Poggio a Caiano si trova a pochi chilometri da Carmignano. È una delle ville medicee più famose e ospita due nuclei museali; al piano terra e al primo piano è possibile visitare gli appartamenti, mentre al secondo piano si trova il Museo della Natura Morta. Nel grande salone al primo piano, gli amanti del Pontormo non devono perdersi l’affresco di Vertumno e Pomona, commissionato all’artista nel 1519 da Giovanni de’ Medici (papa Leone X). Ogni anno ospita l’evento Assedio alla Villa, una tre giorni dedicata alla storia del territorio, dal Medioevo a oggi, all’artigianato e al buon cibo. Un evento da non perdere se volete immergervi completamente nella ricca tradizione toscana.

I prodotti tipici di Carmignano

Carmignano è conosciuta in Italia e all’estero per i fichi secchi. Si tratta di una prelibatezza locale nonché presidio Slow Food con una forte e sentita tradizione popolare. Una volta raccolti, i fichi vengono divisi a metà e collocati su delle stuoie chiamate “canniccioni”. Qui vengono esposte al fumo di zolfo, che imbianchisce la buccia esterna, prima di essere lasciati ad essiccare al sole per 4-5 giorni. Infine, vengono posti in un locale fresco e asciutto per 40 giorni, periodo in cui si creerà il caratteristico velo di zucchero sulla buccia. Subito dopo vengono lavorati fino a formare una figura ad otto, chiamata “picce”. Ma non solo, a Carmignano si producono anche deliziosi cantucci e amaretti, come quelli di Amari – un’azienda familiare e del territorio che ha fatto della tradizione il fulcro della loro produzione, capace di conquistare carmignanesi, italiani e l’oltreoceano. (E indovinate che cosa: potete richiedere un assortimento dei biscotti Amari come premio sul nostro crowdfunding!).

Dove soggiornare a Carmignano

Con il crowdfunding, oltre al restauro del convento, uno dei nostri obiettivi è quello di far conoscere il nostro territorio in tutta la sua bellezza. Proprio per questo abbiamo deciso di includere nella lista dei premi posti in cui poter soggiornare. Se almeno una volta avete sognato di dormire in una dimora della famiglia de’ Medici, Tenuta Artimino, negli spazi adiacenti alla villa, dispone di un albergo dove è possibile prenotare degustazioni di vino, attività all’aperto e cene romantiche. La struttura è provvista anche di appartamenti completamente accessoriati che vi permetteranno di vivere a pieno la vostra esperienza “medicea”. Se nel vostro itinerario avete inserito anche Vinci, paese natale del famoso Leonardo, Hotel Alexandra è l’opzione ideale per un soggiorno casual ma senza rinunciare a tutti i comfort. Infine, se preferite restare nel cuore di Carmignano, Hotel Villa San Michele offre delle confortevoli stanze dal carattere accogliente e familiare, vi sembrerà quasi di essere a casa. Famiglia numerosa? All’Abbazia di San Martino in Campo avrete l’opportunità di soggiornare tutti insieme nel silenzio della natura, godendovi di una vista spettacolare su Carmignano.

Testo a cura di Vincenzo D’Angelo con il contributo di Greta Giorgetti

Leave a Reply

Your email address will not be published.